LO SAPEVATE?
La Montérégie trae il nome dalle colline montérégiennes (ossia del mont Royal), cinque delle quali appartengono alla regione: Saint-Bruno, Saint-Hilaire, Rougemont, Yamaska e Saint-Grégoire, tutte di origine vulcanica.

Montérégie

Tutti in campagna! 

Cabane à sucre, Montérégie, © MTOQ / Claude ParentA sud e a est di Montréal si estende una regione bucolica, punteggiata di colline ammantate di vigne, frutteti e acerete: è la Montérégie, che, tra il corso del San Lorenzo che la costeggia e quello della rivière Richelieu che l’attraversa, invita i visitatori al relax e alle scoperte gastronomiche.

Vari itinerari, il Circuit du Paysan (Strada del contadino), la Route des vins (Strada dei vini) e la Route des Cidres (Strada dei sidri), danno risalto ai prodotti del territorio, sapientemente valorizzati dagli ottimi ristoratori della regione. Partite in bicicletta lungo una delle piste dell’imponente rete ciclabile (600 km in totale), collegata alla Route Verte (la “Strada Verde”), o esplorate la Route du Richelieu (Strada del fiume Richelieu). E per ravvivare le vostre scampagnate, eccovi serviti golf, escursioni a piedi, sci di fondo e una lunga lista di bed & breakfast.

Da non perdere
  • La regione è ricchissima di storia. Potrete, per esempio, visitare due siti storici come il Lieu historique du Canal-de-Chambly, canale aperto alla navigazione nel 1843 con molte chiuse ancora azionate a mano, e il Lieu historique national du Fort-Chambly, forte costruito nel 1709 e testimone di vari conflitti armati nei secoli XVII e XVIII.

  • Analogamente, il Lieu historique national du Fort-Lennox riunisce un complesso di fortificazioni su di un’isola del fiume Richelieu e rievoca l’epoca degli scontri angloamericani.

  • Ancora sul versante della storia, Exporail - le Musée ferroviaire canadien è un interessante museo che invita a provare treni e tram e ad ammirare la più importante collezione ferroviaria del Paese.

  • I fanatici dello shopping troveranno pane per i loro denti al Quartier DIX30 di Brossard, centro commerciale che rappresenta una vera e propria città nella città.

  • Il parc national des Îles-de-Boucherville, parco nazionale in mezzo al fiume San Lorenzo di fronte all’isola di Montréal, è il contesto ideale per praticare la bicicletta, la canoa, il kayak e il bird-watching.

  • Non distante, gli escursionisti possono profittare dei sentieri di un altro parco nazionale, il parc national du Mont-Saint-Bruno, mentre gli sciatori apprezzeranno le piste dell’omonima stazione invernale, sede di una rinomata scuola.

  • La Réserve naturelle Gault, designata Riserva della biosfera dall’Unesco, dà rifugio a 185 specie di uccelli e a molti mammiferi acquatici. Nel corso di piacevoli gite in barca scoprirete la flora e la fauna delle îles de Sorel, isolette che appartengono a un’altra splendida Riserva della biosfera, quella del lago Saint-Pierre, cui è consacrato il museo del Biophare.

  • Infine, per assorbire un po’ della ricchezza culturale della regione, che ha ospitato importanti artisti come Paul-Émile Borduas, Jordi Bonet e Ozias Leduc, s’impone una visita al Musée d'art de Mont-Saint-Hilaire, bel museo d’arte.

Ricerca rapida:
Montérégie  
Voir tous les forfaits

VEDI ANCHE
LINK D'INTERESSE
PROMOZIONE IN CORSO
 PROMOZIONE IN CORSO
Logo Logo Logo