LO SAPEVATE?
Delle oltre dieci specie di balene che frequentano l’estuario del San Lorenzo la metà compare nella lista di quelle minacciate di estinzione in Canada. A questo proposito esistono regole di comportamento rigidissime per le imbarcazioni (di norma è vietato avvicinarsi a meno di 200 metri dai mammiferi marini).

Osservazione faunistica

La vita... dinnanzi ai vostri occhi!

Immagine. Dall’oca canadese all’airone azzurro maggiore, dall'alce alla megattera, più di 650 specie animali, di cui 200 specie di pesci e 325 di volatili, vivono in quest’oasi accuratamente protetta che è il Quebec. Molte si possono osservare allo stato libero o anche solo passeggiando nei boschi di un parco nazionale o di una riserva faunistica.

È il caso dei mammiferi marini, tra cui le balene, che stazionano numerosi nelle acque dell'estuario del San Lorenzo, degli uccelli migratori e di molte specie di mammiferi terrestri, quali i cervidi (il cervo della Virginia, l'alce e il caribù), gli orsi e i castori.


BaleneAnimali della forestaUccelli migratori

Le balene del San Lorenzo

Appuntamento con i giganti del mare

ImmagineVedere una balena che emerge dall'acqua è un'esperienza unica e indimenticabile, che avrete modo di vivere sul fiume San Lorenzo. Il Québec è uno dei pochissimi luoghi al mondo a poter vantare una straordinaria varietà di grandi mammiferi marini (ben 13 specie), che giungono fin qui attirati dagli immensi banchi di crostacei di cui si nutrono e dall'eccezionale profondità del fiume.


I grandi cetacei del Québec

ImmagineLe acque del San Lorenzo godono del privilegio di dare asilo alla balenottera azzurra, l'animale più imponente della Terra - arriva a superare i 25 metri di lunghezza! Seconde in graduatoria per dimensioni sono le balenottere comuni, spesso riunite in branchi, e a esse si affiancano, tra le altre, le megattere, famose per l'attitudine a compiere balzi fuori dall'acqua. Nel corso delle spedizioni di whale-watching s'incontrano poi focene, delfini (soprattutto nel golfo), e, occasionalmente, orche, capodogli e balene franche boreali. E se vi capita di intravedere dei dorsi candidi tra i flutti, sappiate che vi siete imbattuti in un branco di beluga, piccole balene artiche che stazionano nel San Lorenzo tutto l'anno. Di questa specie, a rischio di estinzione, si contano attualmente nel fiume un migliaio di esemplari.

In viaggio verso le balene

Tadoussac, ManicouaganSono numerosi i porti sull'una e sull'altra sponda dell'estuario e del golfo del San Lorenzo da cui si può partire, da maggio a ottobre, per escursioni in giornata a bordo di imbarcazioni d'ogni genere. I luoghi prediletti dai cetacei sono siti protetti, come il Parc marin du Saguenay-Saint-Laurent (ben collegato con Tadoussac, Baie-Sainte-Catherine, Rivière-du-Loup e Trois-Pistoles), la Réserve du parc national du Canada de l'Archipel de Mingan (Duplessis) e il Parc national du Canada Forillon, in Gaspésie. La competenza delle guide che accompagnano i turisti nel corso delle crociere è un vanto del Québec; le informazioni approfondite sulle balene e sul loro habitat vengono opportunamente fornite ai viaggiatori in chiave ecoturistica.

Whale-watching dalla riva

In certi punti il fiume è talmente profondo anche sotto costa che è possibile individuare le balene dalla terraferma: all'imbocco del fiordo di Saguenay e al Cap-de-Bon-Désir (Bergeronnes, all'interno del Parc marin du Saguenay-Saint-Laurent), oltre che a Pointe des Monts (Duplessis). E per essere sicuri di non perdere neanche un guizzo, percorrete la route des Baleines (Strada delle balene).


Mamma foca e i suoi cuccioli

Parc national du Bic, Bas-Saint-LaurentNelle acque del San Lorenzo si ammirano, oltre ai grandi cetacei, anche le foche grigie e le foche comuni, solitamente adagiate sugli scogli al largo dell'estuario e del golfo. Potrete avvistarle dalla riva, con il cannocchiale, oppure nel corso di un'escursione in barca o in kayak di mare, in compagnia di una guida qualificata che garantirà anche della vostra sicurezza (le correnti del fiume possono essere pericolose). Uno degli spettacoli più emozionanti è la vista dei cuccioli di foca al largo dell'arcipelago delle Îles de la Madeleine; qui giungono dalla Groenlandia centinaia di migliaia di foche alla fine dell'inverno per dare alla luce i piccoli sulla banchisa e nutrirli per alcune settimane. Un'avventura da non perdere!

Ricerca rapida:
Balene  


VEDI ANCHE
LINK D'INTERESSE
PROMOZIONE IN CORSO
 PROMOZIONE IN CORSO
Logo Logo Logo