Ritratto del Québec

Un luogo unico in America!

Immagine. Benedetto da una varietà geografica invidiabile, varietà di rilievi, di vegetazione e di clima. Quattro stagioni ben delineate in un paese immenso, la più vsta provincia del Canada.

Dopo 12 000 anni di presenza autoctona, Jacques Cartier prende possesso del territorio in nome del re di Francia. Da allora, il Québec entra a far parte di un’era coloniale che lo porertà fino alla pienezza dell’era industriale e alle sfide della modernità.

Entusiasti e determinati, oggi i Québécois assicurano la perennità della loro cultura fino ai confini del continente, nel segno della creatività e della passione!

Geografia e climaStoria e patrimonioIl Québec d'oggiDelizie culinarie

Delizie culinarie

Un Québec tutto da assaporare!

Québec tutto da assaporare!Da sempre in Québec si attribuisce grande importanza ai piaceri della tavola. Partendo da una solida base gastronomica francese, l’odierna cucina quebecchese ha saputo approfittare dall’apporto delle tradizioni dei nativi, delle consuetudini culinarie anglosassoni e dei piatti tipici delle diverse comunità culturali.

Segreti nostrani

Segreti nostrani Fiero della propria tradizione culinaria, unica in America, il Québec trae profitto – e gusto! – dalle tante specialità locali: le birre e i vini tipici, il cidre de glace (un sidro speciale che trae dal clima freddo le sue qualità), l’agnello di Charlevoix, la cacciagione da allevamento (compresi il cervo, il bisonte, il cinghiale e lo struzzo), i crostacei del golfo, i formaggi, la frutta, i prodotti dell’acero...
Sidro di gran classe

Il cidre de glace, lo speciale sidro prodotto in Québec, è rinomato in tutto il mondo. Si tratta di una bevanda liquorosa, profumata, dal gusto delicato, ottenuta dalla fermentazione del succo delle mele raccolte a fine autunno, ossia dopo che hanno subito il gelo. Il contenuto alcolico oscilla solitamente tra l’8 e il 13 %. Il “sidro di ghiaccio” va gustato fresco come digestivo o aperitivo. Il Mondial des cidres de glace riunisce a Rougemont (Montérégie) una ventina di produttori di questa bevanda pregiata.

Un’eredità del passato

Un’eredità del passatoI primi abitanti della Nouvelle-France, per lo più contadini, erano soliti preparare un pasto sostanzioso per affrontare i rigori della vita quotidiana... e del clima! La cucina casalinga è andata sviluppandosi nel corso dei secoli, con piatti della tradizione quali la tourtière e il cipaille (tipiche torte salate di carne), le fave al lardo, i cretons (paté di maiale), la crostata allo sciroppo d'acero e le focaccine di grano saraceno. Molte di queste specialità non compaiono quotidianamente sulle tavole, ma sono riservate alle grandi occasioni e a precise stagioni dell’anno: le riunioni familiari, le feste natalizie e di fine anno o le scampagnate alle cabanes à sucre (dove si produce lo sciroppo d’acero).

La cucina regionale

La cucina regionaleQuasi tutte le regioni del Québec hanno le loro specialità tipiche. La Montérégie è rinomata per la grande varietà di sidri di qualità; nella regione di Bas-Saint-Laurent, invece, si affumica il pesce con grande maestria. La regione di Saguenay–Lac-Saint-Jean è depositaria del segreto della tourtière e della zuppa di fave bianche (gourganes), mentre in Charlevoix è presente una lunga tradizione nella preparazione dei formaggi artigianali. L’arcipelago delle Îles-de-la-Madeleine vanta un ottimo pot-en-pot, squisita torta salata a base di frutti di mare o pesce e patate. Il paté di salmone della Gaspésie non ha eguali, e sulle tavole della Côte-Nord la fanno da padroni il pesce, i frutti di mare e i crostacei.
LO SAPEVATE?
La poutine, piatto tipico quebecchese, è costituita da patate fritte ricoperte di formaggio in grani e salsa bruna. Se avete davvero fame non lasciatevi sfuggire l'occasione di assaggiarla nei nostri fast food! È un piatto così amato che lo si trova declinato in tantissime varianti.
VEDI ANCHE
LINK D'INTERESSE
Logo Logo Logo