La Strada del Fiordo

Un universo di dimensioni straordinarie forgiato dai ghiacci

Parc national du Saguenay, Saguenay-Lac-Saint-Jean.Il fiordo del Saguenay, unico nel suo genere in Nord America, lascia sbalorditi i visitatori per la sua bellezza tutta nordica, le immanenti pareti rocciose e i vertiginosi promontori. Per partire alla scoperta di entrambe le rive basta seguire i cartelli segnaletici della Strada del fiordo (Route du Fjord). Ai piedi del colossale anfiteatro naturale scorre la rivière Saguenay, più che un fiume un vero e proprio mare. Si tratta infatti di un braccio del San Lorenzo, con il quale condivide le imponenti maree, le acque salmastre e la presenza di 54 specie di pesci e mammiferi, tra cui lo squalo della Groenlandia e il beluga.


Un sito naturale d’eccezione

Parc marin du Saguenay-Saint-Laurent.Una porzione della Strada del fiordo, denominata Vallée de la Biodiversité (Valle della Biodiversità), è considerata unica in Québec in virtù dell’eccezionale varietà faunistica: beluga, salmoni atlantici, alci, selvaggina, orsi neri, salmerini di fontanile, anfibi, ecc. I visitatori vi sono invitati a un incontro davvero irripetibile con il mondo animale! Le ricchezze degli habitat terrestre e marino, assieme alle creature che li popolano, sono salvaguardati dal Parc national du Saguenay, parco nazionale che ingloba gran parte delle rive del fiume, e dal Parc marin du Saguenay–Saint-Laurent, parco marino deputato alla conservazione dell’ambiente acquatico. Queste aree protette propongono varie attività che consentono di godere appieno dell’onnipresente natura: crociere, escursioni in kayak di mare, pesca e tant’altro ancora. Numerose sono anche le piste tracciate da percorrere con le racchette da neve e gli sci da fondo per spedizioni più o meno lunghe.


Soste con vista

L'Anse-Saint-Jean, Saguenay-Lac-Saint-Jean.Ogni città e paesino lungo il circuito ha qualcosa di particolare da offrire. Due località in particolare, L’Anse-Saint-Jean e Sainte-Rose-du-Nord, appartengono all’Associazione dei più bei villaggi del Québec. Potrete fare tappa anche a Baie Sainte-Marguerite per osservare i beluga dall’alto del belvedere, fare la posta ai pesci sul ghiaccio, “passeggiare” tra le cime degli alberi o lungo le pareti rocciose presso il Cap Jaseux. Oppure, se preferite, potete calarvi nella frizzante atmosfera culturale di Chicoutimi (Ville de Saguenay). Per regalarvi un viaggio attraverso il tempo visitate il Site de la Nouvelle-France, che accoglie tra l’altro la ricostruzione di un villaggio urone, oppure assistete al fantasmagorico spettacolo “La Nouvelle Fabuleuse”, che vi farà ripercorrere le tappe salienti della storia locale dal 1603 ai nostri giorni . Infine, per veder svelati i segreti dell’ecosistema del fiordo e della baia che risponde al nome suggestivo di baie des Ha! Ha!, è d’obbligo una visita al Musée du fjord.

L’itinerario

Lungo i suoi 235 km, la Route du Fjord percorre tutto il fiordo, dal villaggio di Petit-Saguenay (strada n° 170) a quello di Sacré-Cœur (strada n° 172), con tappe a L’Anse-Saint-Jean, Rivière Éternité, Saint-Félix-d’Otis, Ville de Saguenay (circoscrizioni di La Baie e Chicoutimi), Saint-Fulgence e Sainte-Rose-du-Nord. A Chicoutimi si può passare sull’altra riva.


VEDI ANCHE
LINK D'INTERESSE
PROMOZIONE IN CORSO
 PROMOZIONE IN CORSO
Logo Logo Logo